Focaccine alla Romanov.

Ciao a tutti 🙂 il post di oggi lo vorrei dedicare ad una piccola ricetta per un buon aperitivo (provata nel weekend), le focaccine alla Romanov.

Ingredienti:

  • 12 focaccine di patate
  • 12 fette di salmone affumicato
  • 100 gr di burro salato
  • 12 cucchiaini di caviale
  • 1 limone
  • Pepe bianco

Preparazione:

Scaldate la griglia e tostatevi leggermente le focaccinedivise a metà. Spalmatene la parte interna con un velo di burro salato. Adagiate su metà una fettina di salmone, un cucchiaino di caviale e condite con un pizzico di pepe bianco e di limone. Ricomponete la focaccina con l’latra metà.

foto

Annunci

Panettone Galup!

Ciao a tutti!! Oggi voglio dedicare un post all’antica azienda dolciaria di Pinerolo Galup. L’azienda vanta una storia di quasi centennale ma negli ultimi anni ha passato momenti forte crisi, fino a far pensare alla definitiva chiusura. Ma un gruppo di imprenditori torinesi si è unito e ha acquistato la Galup dandole una nuova veste e ampliandone le linee produttive e di distribuzione (per la prima volta i panettoni saranno commercializzati oltre Oceano).

20131208-123728.jpg

Ravioli al radicchio e speck.

Buongiorno!! Questa mattina iniziamo subito con un pezzo da 90. Consultando ancora una volta il sito “Le ricette della Nonna”, ho notato al volo una ricetta buonissima: ravioli al radicchio e speck. Come si fa? Scopriamolo insieme:

Ingredienti:

  • 300 gr di farina
  • 200 gr di speck
  • 3 uova e 2 tuorli
  • 100 gr di formaggio di fossa
  • 400 gr di radicchio
  • 200 gr di ricotta
  • 1 scalogno
  • Olio extravergine di oliva
  • Burro, salvia e pepe qb

Preparazione:

Lavate il radicchio e tagliatelo a striscioline. Mettete a rosolare un trito di scalogno in una padella con un pò di olio. Aggiungete lo speck tagliato a listarelle sottili e il radicchio. Cuocete sin quando i liquidi non saranno tutti evaporati. In una terrina a parte aggiungete allo speck e al radicchio la ricotta, il formaggio di fossa, i due tuorli e il pepe. Amalgamate per bene il tutto. Fate la pasta seguendo la nostra ricetta. Spianatela e formate i ravioli, aiutandovi con un tagliaravioli oppure con bicchiere. Riempiteli con l’impasto preparato precedentemente, chiudendoli spennellando i bordi con un pò d’acqua o di latte in modo tale che si attacchino bene e non si aprano in cottura. Riponeteli in un vassoio con un pò di semola che servirà a non farli attaccare gli uni con gli altri. Cuocete i ravioli in abbondante acqua salata per qualche minuto e condite con burro e salvia oppure con panna o con una semplice salsina realizzata con latte e formaggio.

http://www.ricettedellanonna.net/ravioli-al-radicchio-e-speck/

ravioli-radicchio-speck-620x413

Un piatto semplice ma sempre buonissimo.

Ciao a tutti, oggi per pranzo (presso Camera cafè di Torino), ho mangiato un bel piatto di tortellini al ragù fatto in casa 🙂 Buoni, leggeri e di facile digestione 🙂 Il tutto accompagnato da una bottiglietta di acqua naturale e dall’immancabile pane da scarpetta 🙂

b4e9d1f65c1b11e38c200e1bc264082d_8

Pasta zucchine e ricotta salata.

Buongiorno!! Oggi iniziamo la giornata con una buonissima ricetta suggerita dagli amici di “Ricette della Nonna”, una pasta con zucchine e ricotta salata. Come realizzarla? Ve lo dico subito 🙂

Ingredienti:

  • 350 gr di pasta
  • 8 piccole zucchine romanesche
  • 1 cipolletta
  • Ricotta salata
  • 3 cucchiai di olio extra-vergine di oliva
  • 3 pomodori maturi
  • Basilico, sale e pepe qb

Preparazione:

Soffriggete la cipolletta nell’olio, aggiungete le zucchine tagliate a piccoli pezzi e lasciate cuocere con il tegame coperto. A metà cottura aggiungete il pomodoro tagliato a pezzetti e lasciate cuocere fino a completa cottura delle zucchine. In una pentola fate cuocere in abbondante acqua salata la pasta. Scolatela e conditela con il sugo, aggiungendo il basilico. Servite grattugiando sul piatto fumante abbondante ricotta salata.

http://www.ricettedellanonna.net/pasta-zucchine-e-ricotta-salata/

pasta_zucchine_ricotta_salata1-620x412

Alberelli di pandoro :)

Ciao a tutti 🙂 Natale si sta avvicinando ed ecco una prima semplice e divertente ricetta presa dagli amici di GialloZafferano 🙂

Ingredienti:

  • 4 piccoli pandori
  • 5 grappoli di ribes
  • 10 mirtilli
  • Melagrana
  • Zucchero a velo
  • 250 ml di latte fresco
  • 3 tuorli
  • 75 gr di zucchero
  • 25 gr di farina
  • Mezza bacca di vaniglia

Preparazione:

Per preparare gli alberelli di pandoro con crema pasticciera e ribes, preparate per prima cosa la crema: fate scaldare il latte a fuoco basso con la mezza bacca di vaniglia aperta; intanto sbattete bene i tuorli con lo zucchero e unite la farina setacciata, quindi aggiungete questo composto al latte e mescolate sempre a fuoco basso con una frusta. Fate addensare la crema e fatela raffreddare in frigorifero con un foglio di pellicola a contatto. Prendete i pandorini, sdraiateli sul fianco e tagliateli a fette dello spessore di circa 1 cm e mezzo, in modo da ottenere delle sezioni a forma di stella. Per ottenere una stella che sarà la punta dell’alberello, ritagliate con un tagliapasta a forma di stella la base del pandorino, rotonda e piatta. Trasferite la crema pasticciera in una sac-à-poche e ponete la fetta più larga del pandorino su di un piatto da portata, quindi iniziate ad assemblare gli alberelli. Mettete al centro della fetta sul piatto un po’ di crema, poi coprite con un’altra fetta più piccola di pandorino, facendo attenzione ad intersecare (e non a sovrapporre) le punte delle stelle continuate così con fette sempre più piccole, fino all’esaurimento delle stesse, guarnendo ogni fetta con la crema. In questo modo avrete ottenuto un piccolo alberello di Natale di pandoro; ripetete la stessa operazione anche per gli altri tre pandorini. Spolverizzate con lo zucchero a velo le stelle sagomate ottenute in precedenza. Adagiate la stella sagomata sulla sommità del pandorino, utilizzando la crema come collante. A questo punto lavate e asciugate velocemente i ribes, togliendo ogni singolo frutto dal grappolo, lavate anche i mirtilli e sgranate la melagrana. Spremete dei ciuffetti di crema sulle punte dell’alberello e adagiate frutti rossi, come se fossero palline di Natale, sfruttando l’azione collante della crema pasticciera. Cospargete il tutto di abbondante zucchero al velo, come se fosse neve,  e servite subito i vostri alberelli di pandoro con crema pasticciera e ribes!

http://ricette.giallozafferano.it/Alberelli-di-pandoro-con-crema-pasticcera-e-ribes.html

alberelli